Ancora non ha un conto? creare nuovo (nuova)

Gestione utente

Come risparmiare fino al 60% sul software?

Potrebbe sembrare fin troppo bello, ma è vero. C'è un modo per risparmiare una grande quantità di denaro sul software - acquistando quello secondario. Il concetto esiste già da due decenni, ma molte persone non ne hanno ancora sentito parlare.

Quindi cos'è esattamente il software secondario?

Il software „secondario“ (a volte indicato come „usato“) sta per licenze che non sono più necessarie ai proprietari. I proprietari sono generalmente aziende che desiderano acquistare una nuova edizione di un programma o passare a un software completamente diverso. Ciò significa che le loro licenze „usate“ diventano ridondanti. Riacquistiamo queste licenze e poi le offriamo ad altri clienti, in modo che non vengano sprecate inutilmente. In questo modo, possiamo vendere i prodotti a prezzi notevolmente inferiori. Potresti chiederti: il concetto sembra fantastico, ma è legale? Ovviamente è! Scopri di più sul contesto legale del software secondario qui.

Esempio di ordine che mostra i risparmi effettivi di una società reale

Una società internazionale nel campo delle soluzioni ambientali

La filiale ceca di un'azienda internazionale (focalizzata sulla fornitura di servizi energetici) necessitava di 300 pezzi di Microsoft Office 2019 Standard. Lo scopo dell'acquisto era aggiornare il loro software per motivi di sicurezza. Accettando la nostra offerta, l'azienda ha risparmiato più di 70.000 € sui costi = ha pagato il 62% in meno rispetto a se avesse acquistato i prodotti a un prezzo di mercato regolare!

 

 

Nota: I progetti superiori a 2000 € ottengono ulteriori sconti sui prodotti, il che significa che il risparmio può essere anche maggiore del solito!

Quanto puoi risparmiare sui nostri prodotti più popolari:

Windows 10
Pro
Prezzo regolare di mercato: 254 €
Il nostro prezzo:  69,99 €
Risparmierai: 184 € al pezzo
Office 2019
Professional Plus
Prezzo regolare di mercato: 640 €
Il nostro prezzo: 199,99 €
Risparmierai: 440 € al pezzo
Windows Server 2019
Standard (16 core)
Prezzo di mercato regolare: 1 113 €
Il nostro prezzo: 929,99 €
Risparmierai: 183 € al pezzo

 

Tutti i prezzi sono IVA inclusa.
Ultimo aggiornamento dei prezzi: novembre 2020

Perché acquistare da noi

  • Più di 150.000 clienti in 15 mercati europei si sono già affidati a noi.
  • Siamo orgogliosi di avere un punteggio medio di soddisfazione dei clienti del 98% (basato su oltre 20.000 feedback).
  • I nostri consulenti di licenza dedicati forniscono aiuto e guida nella tua lingua madre, così puoi essere sicuro di avere qualcuno di familiare a cui rivolgerti se necessario.

Alcuni dei nostri clienti soddisfatti:


Fai clic sul pulsante arancione in basso per saperne di più sul contesto legale del software secondario e sulle garanzie che forniamo.

La nostra opinione sulla rivendita di software secondario

Dal nostro punto di vista, la rivendita di licenze ridondanti consente alle persone di acquistare software legale a prezzi molto più convenienti di quanto potrebbero normalmente. Inoltre, la licenza che diventa praticamente inutile per il primo acquirente, può comunque servire a qualcun altro. Il processo funziona in modo simile a quando acquisti un libro, lo leggi e poi vuoi venderlo a qualcun altro. Il venditore originale non ha il diritto di influenzare ciò che accadrà al libro già venduto in futuro. Con il software è lo stesso: una volta disinstallato dal dispositivo del proprietario originale, può essere venduto liberamente a qualcun altro.

Garanzia legale a vita

Con ogni licenza acquistata si ottiene un documento legale chiamato Dichiarazione del venditore che ci obbliga a garantire la garanzia legale a vita dell'origine e della legalità del software. In caso di problemi, ci assumiamo la piena responsabilità legale per le licenze vendute. Lavoriamo solo con fornitori stabili e verificati e la nostra azienda collabora con altre organizzazioni verso l'obiettivo comune di individuare venditori di licenze fraudolente e segnalarli alle strutture delle forze dell'ordine.

Affidabilità dimostrata dai numeri

Dal 2016, la nostra azienda ha consegnato più di 700.000 licenze software e non abbiamo mai riscontrato un solo caso di sentenza negativa in un audit software dei prodotti che forniamo, quindi puoi essere certo che i nostri prodotti soddisfano tutte le più recenti regole di legalità!

Vuoi saperne di più sugli audit? Leggi il nostro articolo - Audit del software: cosa aspettarsi e perché non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Cosa dicono i media sul software secondario?

„Tribunale dell'UE: la vendita di licenze software usate va benissimo.

La Corte di giustizia europea afferma che la norma si applica alle copie del software sia su supporto fisico che scaricato da Internet. La corte ha anche affermato che una volta che una società di software vende „una copia di un programma per computer“, il suo „diritto esclusivo di distribuzione“ viene eliminato, aprendo la strada ad altre società per vendere le licenze usate“.

Leggi l'intero articolo qui

„Ciò significa che, ai sensi del diritto dell'UE, le società di software non hanno il diritto di impedire agli utenti di vendere i propri download digitali ad altri; in effetti, i diritti del distributore di software di controllare la distribuzione sono esauriti dopo la prima vendita.

Quindi, se scarichi un software, puoi effettivamente rivenderlo, a condizione che elimini la copia sul tuo disco rigido.“

Leggi l'intero articolo qui

„La più alta corte europea ha stabilito che il commercio di licenze di software„ usato “è legale e che l'autore di tale software non può opporsi ad alcuna rivendita. Questa sentenza costituisce un precedente per lo scambio di licenze software usate in tutta l'Unione europea“.

Leggi l'intero articolo qui

Cosa dice la legge sulla rivendita di licenze secondarie?

Una delle sentenze più importanti in merito alla vendita di licenze usate è stata pronunciata dalla Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) nel 2012.

La sentenza della CGUE nella Causa C-128/11 UsedSoft GmbH contro Oracle International Corp. afferma che „Un autore di software non può opporsi alla rivendita delle sue licenze „usate“ consentendo l'uso dei suoi programmi scaricati da Internet. Il diritto esclusivo di distribuzione di una copia di un programma per computer coperto da tale licenza si esaurisce alla sua prima vendita.“

Ciò significa che la vendita di licenze software „usate“ e ridondanti è legale. Questa sentenza ha creato un quadro giuridico sicuro per l'intera Unione europea, garantendo una concorrenza sana e leale sul mercato europeo.

La sentenza afferma inoltre che:

  • Le licenze software perpetue possono essere scambiate liberamente. Se acquisti una licenza software perpetua, puoi venderla alle stesse condizioni.
  • I diritti di distribuzione del produttore si esauriscono con la prima vendita del software. I clienti che hanno acquistato un programma per computer su un mercato libero hanno il diritto di utilizzare il software acquistato.
  • Anche se la rivendita di software è espressamente vietata dal contratto di licenza, il titolare del copyright non può più opporsi alla rivendita di quella copia. Il contratto di licenza è soggetto alla legge europea e i punti che sono in conflitto con la legge europea sono nulli (questo vale principalmente per il „software OEM“).
  • Non c'è differenza tra i modi di distribuzione. Il software può essere distribuito tramite CD / DVD (licenze fisiche) o online (licenze digitali). Il titolare del diritto d'autore non può richiedere una remunerazione adeguata per l'ulteriore rivendita della licenza del software perché la remunerazione adeguata è stata ottenuta durante la prima vendita.

Leggi l'intero comunicato stampa della CGUE

Storia giuridica del software secondario

Dai un'occhiata a quali sono state le principali decisioni dei tribunali e le direttive dell'UE che hanno influenzato la situazione sul mercato delle licenze usate nell'infografica sottostante.

 

2000
„La sentenza della Corte di giustizia federale tedesca ha consentito la vendita di versioni OEM e DSP senza l'hardware associato.“ - Decisione della Corte federale di giustizia del 6 luglio 2000, fascicolo n. I ZR 244/97

2001
„La prima vendita nella Comunità dell'originale di un'opera o delle sue copie da parte del titolare del diritto o con il suo consenso esaurisce il diritto di controllare la rivendita di tale oggetto nella Comunità.“ - Estratto dalla direttiva UE 2001/29 / CE

2006
Il tribunale regionale di Amburgo ha confermato che il commercio di software Microsoft usato è legittimo. Questo vale anche per la rivendita di licenze individuali da contratti multilicenza.

2009
„...il secondo acquirente della licenza, così come ogni successivo acquirente della stessa, potrà fare affidamento sull'esaurimento del diritto di distribuzione e quindi essere considerato legittimo acquirente di una copia di un programma per computer e beneficiare del diritto di riproduzione previsto da tale disposizione.“ (Estratto tratto dalla decisione della Corte di giustizia del 2012, basata sulla direttiva del 2009). - Direttiva 2009/24 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio

2011
Il tribunale cantonale svizzero di Zugo decide che „Adobe non può vietare la rivendita della copia del programma in termini di copyright dopo la sua vendita iniziale“.
Questa decisione di stabilire un precedente è considerata una grande vittoria per il libero commercio internazionale di software.

2012
„Un autore di software non può opporsi alla rivendita delle sue licenze „usate“ consentendo l'utilizzo dei suoi programmi scaricati da Internet.“  - decisione della Corte di giustizia, Causa C-128/11 UsedSoft GmbH / Oracle International Corp.

2016
„L'acquirente iniziale di una copia di un programma per computer, accompagnato da una licenza utente illimitata, può rivendere quella copia e la sua licenza a un nuovo acquirente.“ - Decisione della Corte di giustizia, causa C-166/15 Aleksandrs Ranks e Jurijs Vasiļevičs

 

Il tuo articolo è stato aggiunto al carrello

    Consegna gratuita e rimborso di 30 giorni